domenica 8 marzo 2015

Hamburgerata Home-made

L'ispirazione di questa serata nasce circa un anno fa quando abbiamo partecipato a "Golosaria" a Milano, una rassegna di cultura e gusto a cui partecipano produttori artigianali che presentano le proprie eccellenze gastronomiche. All'interno di questo evento siamo rimasti affascinati da una lezione sulla perfetta preparazione dell'hamburger, non piu' sinonimo di fast food, ma sempre piu' di panino gourmet!



Ospiti della nostra cena delle persone per noi davvero speciali, a cui abbiamo anche dato il compito di valutare il nostro logo, il nostro progetto (che a breve vi spiegheremo nei dettagli!) e l'esecuzione del menù.
Tovaglietta personalizzata della serata (grazie Sarah!) e foglietti delle ordinazioni
MENU'
Olive ascolane 

Poker di hamburger:
COSACCO
manzo, coppa, salsa tonnata, limone a fettine
MEDITERRANEO
manzo, burrata, zucchine grigliate, pomodoro, insalata romana
CLASSICO
manzo, bacon, scamorza, pomodoro, insalata romana, senape
BIANCO
tacchino macinato con mortadella, scamorza, pomodoro, senape

Tris di Dolci
Cheesecake ai mirtilli
Mini muffin all'arancia con semi di papavero
Mini muffin al cioccolato

LISTA DELLA SPESA
Spalla di manzo, petto di tacchino, tonno, mortadella, coppa, bacon, burrata, caprino, scamorza, ricotta, formaggio fresco, panna, zucchine tonde, pomodori ramati, insalata romana, patate, limone, arancia, mirtilli, cioccolato fondente Lindt 72%.

Fondamentali ovviamente i panini da hamburger, in gergo Buns.
La loro preparazione è partita sabato mattina con l'impasto,  utilizzando questa volta il lievito di birra, insieme a farina, latte, burro e due albumi. Dopo un paio d'ore di lievitazione abbiamo diviso la pasta in piccole porzioni (circa 80g) alle quali abbiamo dato la classica forma a palla e una volta spennellate con i tuorli d'uovo avanzati o con il latte, abbiamo spolverato sopra i semi di sesamo e di papavero, prima di infornarli.
Abbiamo poi cotto al forno le patate rosse piccole con rosmarino, timo, sale grosso e olio di oliva extra vergine. Con le patate gialle grattugiate invece abbiamo preparato i gustosi rosti.
Per la carne di manzo abbiamo scelto di utilizzare la spalla in modo di avere la giusta quantità di grasso e di collagene che sciogliendosi in cottura, renderanno l'hamburger succoso. Per la carne di tacchino invece abbiamo deciso di tritarla insieme ad alcune fette di mortadella, per renderla ancora più morbida e gustosa. Abbiamo imparato che è molto importante che la carne sia ben fredda prima di grigliarla affinchè i grassi si sciolgano solo sulla piastra; sale, pepe e sopratutto l'olio con cui vengono conditi creeranno una deliziosa crosticina in cottura. 
Sicuramente la parte più frenetica e impegnativa è stata l'assemblaggio degli hamburger dati i molti ingredienti che abbiamo utilizzato, ma il risultato, a detta loro, ha gratificato e saziato i nostri ospiti!
Ottime le birre (grazie Franci per la fornitura!) con cui abbiamo accompagnato questi sfiziosi panini: Baladin e Menabrea.
I dolci, tutti di ispirazione americana, hanno chiuso la cena. Per la cheesecake ai mirtilli abbiamo seguito la ricetta di una collega tedesca che prevede una base di biscotti ai cereali e burro che viene cotta per una decina di minuti e lasciata raffreddare. Si versa poi sulla base meta' della crema di formaggio fresco mescolato con ricotta, panna, yogurt di capra al naturale e zucchero. Si aggiungono i mirtilli passati in padella con zucchero di canna e un goccio di acqua e infine si copre il tutto con la restante parte di crema al formaggio e qualche mirtillo in superficie. Si cuoce il tutto per un'ora a bassa temperatura.
I mini muffin all'arancia sono estremamente profumati grazie all'abbondante scorza d'arancia e alla marmellata di albicocche aggiunte all'impasto classico di farina, zucchero, lievito e burro. Abbiamo sostituito il latticello previsto nella ricetta con yogurt di capra al naturale. I semi di papavero, oltre che essere d'impatto visivo, aggiungono una gradevole croccantezza al muffin.
Immancabili, golosi e fragranti i mini muffin al cioccolato, per i quali abbiamo scelto la nostra ricetta di fondente Lindt preferita: il 72%. Per amanti del cioccolato come noi, non poteva mancare un'aggiunta, non prevista nella ricetta, di gocce di cioccolato per creare un contrasto croccante. 
Li abbiamo spolverati di zucchero a velo e per chi ha voluto abbiamo farcito quelli al cioccolato con la marmellata di albicocche mescolata con un goccio di Marsala.
Perfetto con questi dolci così ricchi, un assaggio di Amaro Nonino, il nostro preferito!
Ecco qualche foto della serata...
Gli hamburger prima di essere impiattati
Hamburger Mediterraneo, Rosti e Patate al forno 
Poker di Hamburger 
Coppia di muffin
La cheesecake ai mirtilli 
I dolci pronti per essere serviti
La serata ci ha portato nuove idee per finalizzare il nostro logo Voidanoi e qualche dritta per migliorare la gestione delle tempistiche e delle portate... la prossima volta saremo ancora più affiatati ai fornelli! Non vediamo l'ora di rimetterci alla prova!